5 Stelle: Salta la lista a Valderice?

VALDERICE (TRAPANI), 17 MAR – Nonostante il successone delle politiche, dove il Movimento 5 Stelle ha raccolto quasi il 34 per cento dei voti alla Camera, risultando il Partito più votato, i “grillini” potrebbero disertare, a Valderice, le amministrative di maggio.

Come noto i “grillini” valdericini si sono “spaccati” in due. Da un lato il “trapanese” Enrico Peduzzi e i suoi “fedeli”, dall’altro Laura Grammatico La divisione è stata formalizzata dalla nascita di un secondo “MeetUp”, il circolo virtuale dei seguaci del comico genovese [leggi: VALDERICE: NUOVO MEETUP, SCISSIONE FRA I 5 STELLE].

«Maggio si avvicina prepotentemente e spero che questi divisioni all’interno del movimento non possano pregiudicare la possibilità di candidare un Sindaco a 5 Stelle. Penso che tutto ciò sia in cima alle priorità, il tempo è tiranno, approfittiamo della stima riscontrata nelle recenti elezioni politiche e sfruttiamo l’onda», avverte ora il “grillino” Maurizio Fato, ”pontiere” di Peduzzi.

«La presentazione di una lista per le elezioni è solo uno dei tanti strumenti che si possono utilizzare – replica, invece, Laura Grammatico, organizer degli “scissionisti” –, se non ci sono i presupposti, la lista semplicemente non viene presentata e si continua a lavorare come si è sempre fatto».

Sulla stessa lunghezza d’onda di Laura c’è Vito Ferdinando Morfino: «Temo che per le ormai imminenti elezioni amministrative nel nostro Comune non ci siano ancora le condizioni per la presentazione di una lista M5S del tutto affidabile. Ha già acceso gli appetiti dei tromboni della vecchia politica, interessati a saltare sul nuovo “carro del vincitore”, o che rischia di essere intercettato e fagocitato dai parvenu della “nuova” politica, che hanno fatto appena in tempo a indossare la maglietta “5 Stelle” o ad iscriversi a un Meetup per aspirare ambiziosamente a candidarsi alla carica di consigliere o addirittura di sindaco. Per questo ritengo che sia auspicabile, per questa tornata elettorale, non correre il rischio di “scilipotizzare” il Movimento 5 Stelle!».

I ragionamenti di Laura e Vito non fanno una grinza, sono correttissimi.

Eppure, sull’altro fronte, quelli del gruppo “Peduzzi” per intenderci, c’è qualcuno che ipotizza che la posizione di Laura e Vito sia guidata da una “lunga mano” del Partito Democratico valdericino che, dopo aver indicato nel “fedelissimo” dell’ex-deputato Camillo Oddo, l’avv. Mino Spezia, il candidato sindaco, cerca di “far fuori” dalla competizione elettorale l’avversario più pericoloso.

A noi sembra “fantapolitica”, ma nulla è impossibile nella politica colla p minuscola.

Dì la tua, inserisci un commento!

About Redazione

Redazione

Check Also

Erice

Fabbrica di consenso e anche di altro

Il modo di fare “politica”, oggi, spesso, non è molto lontano, nei fatti, da quello …