Antonio D'Alì
Antonio D'Alì

D’Alì: Solo danni dall’eccessivo municipalismo

Trapani, 8 ottobre 2002 – «Per non trovarsi fuori dal grande cambiamento che si profila da qui a non molti anni bisogna puntare al concetto di grande aree metropolitane, già un po’ oltre l’assetto di Provincia». A sostenerlo un lungimirante senatore Antonio d’Alì, intervistato da Enzo Tartamella per il “Giornale di Sicilia” dell’8 ottobre 2002.

«Rilevo, invece, mio malgrado, il persistente municipalismo e la litigiosità tra gli amministratori dei centri abitati più grossi del trapanese, piuttosto che puntare ai servizi comuni», lamenta il senatore al giornalista.

I progetti del senatore?

«In tema di collegamenti è auspicabile un’unica Autorità portuale, da Castellammare a Marsala, passando per Trapani».

«E’ impensabile ad un rafforzamento e miglioramento dei collegamenti aerei se ognuno degli scali siciliani programma un’attività incentrata su se stesso. Mi parrebbe più logico e funzionale che una politica comune coinvolgesse Palermo, Trapani, Pantelleria, Lampedusa, Catania pensando anche ad una riattivazione di Comiso».

In ambito dei collegamenti ferroviari, sostiene d’Alì, «Si dovrebbe puntare a realizzare una tratta metropolitana che coinvolga Trapani, Marsala, Mazara e Castelvetrano, sul versante sud. Ma queste cose vanno pensate assieme».

In sostanza, per il sentore d’Alì, «Bisogna ritrovare il gusto del rischio e il piacere di misurarsi in realtà più grandi. La politica deve dare una mano, e tutti assieme trovare il coraggio di collaborare per sostenersi a vicenda».

Il rischio nel continuare piccole battaglie municipali? «Diversamente saranno i maltesi, i ciprioti, i greci e gli spagnoli a farsi avanti», è convinto l’esponente politico trapanese, perché il mercato di oggi, e del futuro, è quello delle direttrici Nord-Sud e Est-Ovest, un mercato dove la Sicilia, ma solo nel suo assieme, può avere una sua «centralità».

Dì la tua, inserisci un commento!

About Natale Salvo

Natale Salvo
Blogger. Nel lontano 2002 ha aperto il blog Altratrapani. Nel 2004 prova l'esperienza dell'editoria tradizionale, fondando il mensile "Domani Liberi" distribuito nelle edicole di Trapani ed Erice. Nel 2007 è candidato sindaco alle comunali, per Trapani, volendo proporre la concreta realizzazione delle proprie idee ai concittadini.

Check Also

Rostagno? Ingroia: Non è stato omicidio di mafia

Trapani, 26 settembre 2006 – «La morte di Rostagno non sarebbe stata ordinata dai boss. …