Rifiuti Speciali

La spazzatura puzza

Rifiuti Speciali

Il Consiglio comunale straordinario, dello scorso 4 agosto, avente per oggetto “Trapani Servizi” è stato a senso unico: un grande, unanime e concentrico attacco contro la gestione della società controllata dal Comune, la Trapani Servizi Spa, che gestisce, tra l’altro, il servizio di pulizia della Città.

Basta riportare solo alcune delle frasi, quelle più leggere, che sono state proferite nell’aula di Palazzo D’Ali, per non lasciare dubbi al lettore.

Vito Mannina, consigliere di Nuova Sicilia ha subito sottolineato “Manca la trasparenza della gestione”. La collega di partito Katya Bucaria ha aggiunto che, esistono pure evidenti “carenze nella raccolta dei rifiuti”.

I consiglieri Salvatore Daidone (Democratici di Sinistra) e Fabio Bongiovanni (UDC) hanno posto la loro attenzione sulle problematiche dei dipendenti della Trapani Servizi.

Per Daidone, in particolare, “I lavoratori subiscono prevaricazioni”; mentre Bongiovanni ha portato a conoscenza dell’aula che esiste “Un aspro contenzioso tra Società e lavoratori”.

Il consigliere comunale della Margherita Piero Savona, non ha mancato di criticare il “ricorso alle consulenze esterne”, aggiungendo, insieme al collega diessino Daidone, di nutrire “perplessità e preoccupazione sulla scelta della termovalorizzazione dei rifiuti, operata dalla Società”.

Al consigliere Giovanni De Santis, della Margherita anch’egli, non è rimasto che proporre ai colleghi la “istituzione di una Commissione speciale d’inchiesta sulla Società”.

Daidone, invece, in chiusura, s’è posto una domanda: “di chi è la responsabilità della attuale situazione di incertezza sul futuro dei lavoratori, e dell’Azienda?”.

Una domanda retorica, perché conosceva la risposta. La colpa è del Sindaco Girolamo Fazio.

Attenzione non siamo mica noi a dirlo, ma lo stesso Presidente della Trapani, avvocato Giovan Battista Greco, peraltro nominato all’incarico proprio dal primo cittadino.

E l’avvocato Greco non l’ha solo detto, ma l’ha pure scritto, nero su bianco, nella relazione d’accompagnamento al Bilancio consuntivo 2004.

Eccone alcuni passi. La Società – afferma Greco – “come più volte messo in evidenza nelle competenti sedi ufficiali, soffre per l’inerzia dell’Amministrazione Comunale di Trapani, che non ha neppure provveduto alla rimodulazione dei servizi.

In assenza di precise proposte e/o risposte da parte dell’Ente Committente (sempre il Comune, ndr), la situazione andrà progressivamente a connotarsi sempre più negativamente. La situazione risulta già oggettivamente inaccettabile anche alla stregua dell’ormai prossima scadenza del rapporto convenzionale (29.12 del 2005) che attribuisce valore scarsamente significativo alla promessa, e mai attuata, rimodulazione”.

Anche la situazione economica della Trapani Servizi risulta delicata, vuoi perché, continua Greco nella sua relazione,“il costo del lavoro è aumentato rispetto al precedente esercizio per oltre 1 milione di euro”, vuoi perché, inoltre, la “corrispettività (le entrate per la tassa dei rifiuti, ndr) non è variata proporzionalmente al variare dei costi operativi”.

Costi operativi, ammontanti a 6.693.518 euro, dove bisogna pure evidenziare, entrano pure le spese per i “compensi ed indennità agli amministratori” pari a circa 162.000 euro; gli “emolumenti per i revisori”, pari a 34.000 euro; i “compensi professionali” per i consulenti esterni, pari a 171.000 euro circa.

Greco detta le condizioni per la soluzione della crisi dell’Azienda che occupa 163 addetti: “la definizione della delicatissima fase precontrattuale con la P.E.A. Scpa, titolare del contratto del piano di termovalorizzazione per il Sistema Palermo”.

Fazio però su questo fronte pare non muoversi: si limita a boicottare, col ricorso al TAR, il passaggio di consegne del servizio rifiuti del Comune nelle mani della Terra dei Fenici Spa, per come previsto dalle norme nazionali e regionali!

Dì la tua, inserisci un commento!

About Natale Salvo

Natale Salvo
Blogger. Nel lontano 2002 ha aperto il blog Altratrapani. Nel 2004 prova l'esperienza dell'editoria tradizionale, fondando il mensile "Domani Liberi" distribuito nelle edicole di Trapani ed Erice. Nel 2007 è candidato sindaco alle comunali, per Trapani, volendo proporre la concreta realizzazione delle proprie idee ai concittadini.

Check Also

editoriale

I Partiti si riordinano

Rinasce Forza Italia, è nato il Nuovo Centro Destra. La notizia sta nel fatto che …