L’acqua di Trapani è buona!

TRAPANI, 29 MAR – “L’acqua di Milano è buona”, “Bevi l’acqua di rubinetto” …. Sono degli slogan che campeggiano su alcune delle brochure che abbiamo trovato in alcuni stand della Fiera che s’è svolta a Milano, lo scorso 15-17 marzo, e che era titolata “Fa la cosa giusta” [QUI LINK AL SITO FIERA].

All’interno delle brochure, fra l’altro, i risultati delle analisi chimico-fisiche e battereologiche delle acque milanesi, il cui servizio è gestito da un’azienda partecipata al 100% dal Comune, la Metropolitana Milano [QUI LINK AL SITO DELL’AZIENDA].

Insomma Milano investe in comunicazione – alla fine pochi euro – per stampare questi depliant nonché una sorta di “libro bianco” coi dati quantitativi e qualitativi di tutto il lavoro che sta dietro la distribuzione dell’acqua potabile e della depurazione delle acque reflue del capoluogo lombardo, nonché per allestire un piccolo stand dove un biologo e una presentatrice, coll’aiuto di una tv e di un video, di tali depliant e di piccole dimostrazioni, ti spiegano cosa esce dal tuo rubinetto e che puoi serenamente bere senza pericolo alcuno.

Un’idea, certamente, a nostro avviso, da replicare anche qui a Trapani. Sfruttando ogni occasione possibile, dall’annuale Fiera dell’Arcoin che si svolge dentro i locale dell’autoparco comunale, oppure utilizzando il rapporto col mondo della scuola.

Esistono, allo scopo, sempre a Milano, appositi depliant dedicati ai bambini più piccoli con il racconto del ciclo delle acque o, per i più grandicelli, del test che, con pochi euro, e qualche striscietta da imbevere coll’acqua del proprio rubinetto, consentono di avere un’idea sulla presenza di nitrati, nitriti, e su durezza e PH della nostra acqua.

Beh, direte, sin qui s’è parlato di Milano. E Trapani che c’entra? C’entra, perché tanto l’ASP, l’Azienda Sanitaria Provinciale, quanto il Comune, in questo caso appoggiandosi ad un laboratorio privato, l’Idrolab, svolgono, per legge, delle apposite analisi. Ma sono in pochi a saperlo. Da qualche mese, su nostra richiesta presentata il 19 settembre 2012 [SCARICA QUI LA PROPOSTA], accolta dal sindaco Vito Damiano [QUI LA SUA RISPOSTA DIRETTAMENTE SU FACEBOOK], il Comune di Trapani pubblica, sul proprio sito web, i risultati delle analisi svolte sia prelevando l’acqua dalla fontanella di San Giovannello e sia da una fontanella di via Vespri.

Risultati che offrono le dovute garanzie di salubrità per i cittadini-utenti [Puoi scaricare le analisi di DICEMBRE QUI].

Allora, ci domandiamo, perché non divulgare maggiormente, proprio come a Milano, anche con depliant con su scritto “L’acqua di Trapani è buona”, anche mettendo i risultati delle analisi in bolletta? Avremmo, forse, qualche cittadino che acquisterebbe qualche bottiglia di acqua in meno, insomma meno rifiuti e meno inquinamento per la produzione delle bottiglie di plastica e per il loro trasporto.

Al sindaco Vito Damiano rivolgiamo, adesso, il suggerimento.

Dì la tua, inserisci un commento!

About Redazione

Redazione

Check Also

Erice

Fabbrica di consenso e anche di altro

Il modo di fare “politica”, oggi, spesso, non è molto lontano, nei fatti, da quello …