Piazza mercato
Piazza mercato

Una Litoranea lunga 12 anni

Con una delibera degna del peggiore stile tecnico-amministrativo l’attuale maggioranza al Consiglio comunale di Trapani ha deciso di approvare l’iniziativa (?) e di bandire un concorso nazionale di … idee per eventualmente varare il progetto per il completamento della Litoranea Nord di cui da anni si parla.

Cosa dice la delibera?Bandiamo un concorso di idee. Facciamo nostre tali idee e subito dopo, seguendo una certa falsariga, approntiamo un appalto-concorso per la realizzazione dell’opera. Il concorso di idee è completamente gratuito”.

Ma ecco, schematicamente, qual’è la storia, di ieri, della mancata realizzazione della litoranea che dalla Questura, seguendo la costa, dovrebbe raggiungere il Piazzale delle Ninfe.

15 luglio 1968. L’Amministrazione del tempo incarica l’Ufficio tecnico, con l’assistenza degli ingg. Salvo, De Maria e dell’architetto Pappalardo, di preparare un progetto della litoranea (delibera n. 1112);

Il progetto viene presentato e riceve i visti favorevoli della Capitaneria di Porto, di Marisicilia, del Genio Civile, della Intendenza di finanza e della Circoscrizione doganale.

La Soprintendenza ai monumenti di Palermo richiede alcune varianti e precisamente:

a) il baluardo aragonese della Pescheria non dovrà essere interrato e, in quel tratto, la strada dovrà poggiare su piloni;

b) non dovrà essere alterata la natura dei luoghi della zona che va dal Castello S. Anna sino al Piazzale delle Ninfe;

c) il progetto dovrà tenere conto, con il relativo accurato rilevamento, della zona di Porta Ossuna.

I progettisti, tenendo conto dei suggerimenti, della Soprintendenza, in data 15 febbraio 1970, presentavano il progetto rielaborato.

La Soprintendenza prendeva atto dell’accoglimento dei propri suggerimenti e trasmetteva tutta la pratica al Ministero della Pubblica Istruzione – Direzione Antichità e Belle Arti – per le determinazioni definitive (allora non erano entrate ancora in vigore le leggi delegate e quindi era Roma che decideva).

In data 15 maggio 1972 il Ministero faceva conoscere il suo parere che risultava negativo per i seguenti motivi:

a) il tracciato si sarebbe svolto quasi tutto sul mare (evidentemente non si era capito che si trattava di una strada litoranea);

b) avrebbe arrecato danni ai monumenti della zona (quali?);

c) avrebbe costituito un anello stradale attorno alla Città … ed avrebbe incrementato il traffico delle macchine in questo perimetro (ma non si voleva raggiungere questo scopo per chiudere il centro storico a tutti gli automezzi così come prevedono le leggi attuali?).

Contestammo allora (e contestiamo oggi):

i danni … ai monumenti, sarebbe stata la pulizia generale di tutta la zona attorno a Porta Ossuna che da decenni è deposito di immondizie e sede di ratti;

le mura che cadevano a pezzi, e che di fatto i trapanesi non conoscono, sarebbero state rivalutate e riconosciute;

si sarebbe risolto il problema del traffico con la istituzione di una circolare esterna che avrebbe restituito (finalmente) il centro storico ai pedoni.

Che avverrà adesso? Quanto tempo si perderà per correre dietro a delle chimere? Non sarebbe stato opportuno prendere come base di discussione il progetto che si trova agli atti del Comune?

Tutto quanto vuol fare l’Amministrazione ci sembra una cortina fumogena dietro cui si vuol tentare di nascondere qualcosa che, invece, sembra essere stato decido a “tavolino”.

Vuoi essere informato sulla pubblicazione di un nuovo articolo della rubrica “Cantachiaro“? Entra nella “famiglia” del Blog, Registrati! Sarai iscritto alla nostra NewsLetter: è gratis e semplice, CLICCA QUI

Dì la tua, inserisci un commento!

About Michele Megale

Michele Megale
Michele Megale, è stato ed è un monarchico convinto. Lasciato il Partito Nazionale Monarchico, nel 1957 aderisce al Partito Liberale Italiano e, quindi, nel 1968 alla Democrazia Cristiana. Nelle istituzioni ha ricoperto le cariche di consigliere comunale, assessore e sindaco di Trapani, nonché di Presidente del Luglio Musicale (1975-84-85) e della SAU (1987-90), la municipalizzata dei trasporti urbani. Durante la sua sindacatura ha ricevuto, l'8 maggio 1993, papa Giovanni Paolo II a Trapani.

Check Also

Biblioteca Fardelliana

La Fardelliana, la Cultura, gli interventi

Un titolo che richiama l’attenzione del lettore: “interventi attesi da quarant’anni”. Poi l’elencazione di essi. …