La SAU oggi: una macchina mangia-soldi

Con delibera n. 164 del 20 ottobre 2003, il Consiglio comunale di Trapani ha esaminato ed approvato – 18 voti a favore, 6 astensioni e 6 assenti – il Piano Programma 2003 dell’Azienda dei Trasporti Pubblici di Trapani, la SAU. In questo articolo esaminiamo la parte economica, di questo documento, cioè il bilancio di previsione 2003 dell’Azienda e conosciamo il “costo sociale” del servizio.

La SAU, nel 2003, ha avuto, bisogna usare il verbo al passato anche se parliamo di un bilancio preventivo, dato che l’anno volge al termine, la disponibilità di 80 dipendenti, vale a dire 1 direttore, 9 amministrativi, 17 tecnici d’officina, 53 al servizio movimento (di cui 43 autisti disponibili per guidare effettivamente i mezzi).

Nella propria relazione il dott. Barone segnala la necessità di incrementare il personale di movimento con l’assunzione ulteriori 15 unità.

Tale dato si evidenzia anche dai 251.343 euro di straordinari che sono stati previsti per l’insufficiente personale di movimento, per l’anno 2003.

Meno evidenti sono le necessità di spese per straordinario per il personale amministrativo (28.258 euro, pari ad una media di 3.139 euro annui per impiegato). Anche il personale di officina non disdegna lo straordinario (72.530 euro). Insomma, in totale, al netto degli oneri sociali, il costo per straordinari nella SAU ammonta ad euro 352.131 !!! Con tale cifra (avuto riguardo di uno salario d’ingresso medio di 1.250 euro circa lordi) si potrebbero stipendiare regolarmente altri 20 padri di famiglia, evitare disservizi o eccessivi sacrifici al personale in servizio. Ma tantè, questa è l’attuale politica di chi ci governa…blocco delle assunzioni!!! E che fè, in proposito, il Consiglio comunale, organo di controllo ed indirizzo? Dorme.

Se il costo degli ottanta dipendenti, contributi sociali e buonuscite comprese, ammonta, nel preventivo 2003, a 2.551.297,08 euro, appare, in proporzione, molto più rilevante quello per compensi al Consiglio d’Amministrazione ed ai Revisori, pari a 186.440,94 euro.Tale “torta” viene divisa tra gli uomini fiduciariamente scelti dal Sindaco Fazio per accontentare le “seconde linee” dei vari partiti, da Vito Dolce e Mario Sugameli (Forza Italia) a Leonardo Marrone (Nuova Sicilia), senza verificare le competenze degli stessi (Marrone, per esempio, è solo un fotografo specializzato in matrimoni).

Il Piano prevede una spesa, anche, per 154.937,07 euro per assicurazioni r.c. e per 578.431,73 euro per materiale di consumo (carburante, ben 413.165,22 euro, e lubrificante, ricambi, altri 108.455,95 che mostrerebbero un parco veicoli da “rottamare”, pneumatici, stampati).

Sul fronte dei ricavi le note sono “dolenti”. A fronte di spese per un totale di 4.189.085,20 euro, si prevedono, infatti, solo 232.405,60 euro di ricavi per vendita di biglietti, 326.400,76 euro per vendita di abbonamenti, 516,46 euro dalle multe ai “portoghesi”, 112.174,44 euro, infine, giungerebbero dalla pubblicità.

E’ evidente, pertanto che l’Azienda non “vive” del servizio prestato, ma, il pareggio di bilancio è ottenuto dai “soldi pubblici”, che rappresentano il 90% delle entrate!.

211.747,33 euro per servizi occasionali, 216.911,90 per intensificazione delle corse (per gli studenti trapanesi), 123.949,66 dal Comune di Trapani per il servizio di navetta nel centro storico, 51.645,69 euro dal Comune di Trapani per la manutenzione dei mezzi comunali, 206.582,76 dal Comune di Erice per il servizio ordinario svolto nel territorio comunale ericino, 1.575.193,54 euro dalla Regione, ulteriori 1.007.090,95 euro dal Comune di Trapani a pareggio del costo.

Le 20 vetture in linea, ci fa sapere la SAU, percorrono 1.421.217 chilometri annui. E, quindi, viene indicato, dalla relazione, il costo chilometrico complessivo del servizio: 2,948 euro.

Quindi la domanda chiave: Se la Regione offre un “rimborso/contributo” di 1,108 euro/Km. ed il Comune di Erice offre un contributo di soli 0,145 euro/Km., scaturisce che, nell’attraversamento del territorio ericino il Comune di Trapani perde 1,695 euro/km?

La cosa non sarebbe “legittima”, ovviamente. In sede di dibattito consiliare solo il consigliere Nicola DE CARO (Margherita) solleva criticamente questo dato affermando “…Il Comune di Erice corrisponde una cifra irrisoria rispetto al miliardo di lire che dovrebbe dare…ciò comporta un illecito arricchimento a favore del Comune di Erice e un notevole depauperamento delle casse del Comune di Trapani…Non credo che sia una cosa che può andare avanti…”

Una curiosità da ragionieri: se dividiamo la spesa prevista per carburante, è 413.165,22 euro ed i chilometri di percorrenza previsti, che sono 1.421.217, scaturisce un costo chilometrico, limitatamente al consumo di carburante, pari a 0,29 euro! Se non facciamo male i conti i bus SAU farebbero solo 3,67 Km al litro?

Dì la tua, inserisci un commento!

About Natale Salvo

Natale Salvo
Blogger. Nel lontano 2002 ha aperto il blog Altratrapani. Nel 2004 prova l'esperienza dell'editoria tradizionale, fondando il mensile "Domani Liberi" distribuito nelle edicole di Trapani ed Erice. Nel 2007 è candidato sindaco alle comunali, per Trapani, volendo proporre la concreta realizzazione delle proprie idee ai concittadini.

Check Also

editoriale

I Partiti si riordinano

Rinasce Forza Italia, è nato il Nuovo Centro Destra. La notizia sta nel fatto che …