Sicilia: Qualità dell’aria fuori controllo

TRAPANI, 23 AGO – «Sulla qualità dell’aria si gioca una delle sfide più delicate e la Sicilia la sta perdendo su tutti i fronti. Nell’Isola il programma di controllo e riduzione delle emissioni è arenato», denuncia il Quotidiano di Sicilia lo scorso 15 giugno in un articolo-inchiesta (“Qualità dell’aria fuori controllo”) a firma di Rosario Battiato.

In sintesi il giornalista sostiene che «Senza uno strumento di controllo e coordinamento della qualità dell’aria a livello regionale è difficile tenere sotto controllo le emissioni in atmosfera che giungono principalmente dal comparto energetico, dai trasporti e dalle raffinerie. L’aria siciliana, pertanto, continua a essere particolarmente insana per la salute umana e lo dimostrano i dati dell’ultimo monitoraggio Arpa pubblicati a metà maggio».

«Ci sono superamenti oltre il limite consentito per legge che vanno da Trapani a Enna fino alle aree metropolitane di Catania, Palermo e Messina», riporta, ancora, il giornalista.

Dai dati pubblicati nell’articolo, per limitarci al territorio che più ci interessa, Trapani, risultano, ad esempio, nel solo 2012, 77 superamenti dei limiti dell’Ozono [su cosa rappresenta e può comportare su uomo, flora e fauna LEGGI QUI: IN ESTATE ATTENTI ALL’OZONO CATTIVO!].

Inquietante la notizia riportata sempre nell’inchiesta del QdS: «lo scorso 13 marzo il Gup del Tribunale di Palermo ha rinviato a giudizio gli ex presidenti della Regione, Totò Cuffaro e Raffaele Lombardo, assieme agli assessori pro tempore al Territorio e Ambiente – Francesco Cascio, Rossana Interlandi, Giuseppe Sorbello e Roberto Di Mauro – perché non avrebbero mai adottato un vero Piano di risanamento della qualità dell’aria, nonostante fossero a conoscenza dei dati allarmanti sulla qualità dell’aria».

Nell’articolo si parla anche di una procedura di infrazione presso la Commissione Europea.

«Sulla qualità dell’aria è veramente all’anno zero. Lo sanno anche all’Ars: a metà aprile è stata presentata un’interpellanza trasmessa al governo il 6 maggio, in merito alle inadempienze “riguardanti il Piano regionale di risanamento della qualità dell’aria”. A firmare l’atto sono stati i deputati del M5S, gli ultimi arrivati a Sala d’Ercole», chiude il QdS.

Un articolo certamente interessante, quello del QdS, e da leggere tutto [LEGGI QUI].

Naturalmente ci sarà sempre colui che dirà che le priorità per la Politica sono ben altre, mica l’Ozono

arpa-aria1

Dì la tua, inserisci un commento!

About Natale Salvo

Natale Salvo
Blogger. Nel lontano 2002 ha aperto il blog Altratrapani. Nel 2004 prova l'esperienza dell'editoria tradizionale, fondando il mensile "Domani Liberi" distribuito nelle edicole di Trapani ed Erice. Nel 2007 è candidato sindaco alle comunali, per Trapani, volendo proporre la concreta realizzazione delle proprie idee ai concittadini.

Check Also

editoriale

I Partiti si riordinano

Rinasce Forza Italia, è nato il Nuovo Centro Destra. La notizia sta nel fatto che …