Trapani: Si parla di riqualificare il centro

TRAPANI, 17 MAR – «L’Amministrazione comunale di Trapani ha dato incarico al settore competente di avviare le procedure finalizzate alla redazione di rilevanti piani urbanistici attuativi a supporto ed integrazione del Piano Regolatore Generale vigente». Ad annunciarlo, in un comunicato, il sindaco Vito Damiano.

Una buona notizia, per la nostra Città, di certo, e che si attendeva da anni. Dato che la precedente amministrazione non sembra aver agito su questo fronte.

«Il Piano di Recupero del centro storico – spiega il sindaco Damiano – come obiettivo prioritario il recupero e la riqualificazione del tessuto edilizio esistente, la valorizzazione e il restauro del patrimonio storico-culturale, il riordino degli spazi pubblici, il reperimento di nuovi spazi per aree verdi, la riorganizzazione dei percorsi, della viabilità e dei parcheggi».

In merito alla notizia, è intervenuto il consigliere comunale, nonché presidente della Commissione Lavori Pubblici, dott. Francesco Salone.

«Si prende atto che l’Amministrazione Comunale ha accolto la proposta e le indicazioni avanzate dalla stessa Commissione con nota del 26 novembre 2012, indirizzata al Sig. Sindaco, all’Assessore all’Urbanistica ed al Dirigente del terzo settore», dichiara il consigliere Salone.

«La Commissione – scriveva a novembre Salone al sindaco –, a seguito di incontro con l’Assessore Giglio, è venuta a conoscenza che in data 25 novembre 1997 l’Amministrazione Comunale, sotto la sindacatura “Buscaino”, aveva conferito l’incarico per la redazione del piano particolareggiato esecutivo di recupero del patrimonio edilizio esistente per il centro storico di Trapani. Per tale incarico era stata già allora impegnata la somma di 670.636.000 di lire che risulta ancora stanziata e disponibile. La Commissione intende avere delucidazione in merito a tale incarico, sotto lineando con la presente, che tale piano particolareggiato costituirebbe, oggi, volano per lo sviluppo economico di questa città, pertanto, si riserva di presentare atto di indirizzo in Consiglio Comunale».

Insomma Salone rivendica lil ruolo di “stimolo” che lui e la Commissione da lui presieduta hanno avuto nell’azione del sindaco. Azione che Damiano non ha, invece, riconosciuto nel suo comunicato.

Poco importa, in realtà, inporta il risultato. E c’è tanto lavoro affinchè, prima, il Piano sia elaborato e poi dai progetti si passi ai lavori che cambieranno, ancora, il volto di Trapani dando anche “linfa” (lavoro) agli Edili.

Dì la tua, inserisci un commento!

About Redazione

Redazione

Check Also

Erice

Fabbrica di consenso e anche di altro

Il modo di fare “politica”, oggi, spesso, non è molto lontano, nei fatti, da quello …