Trasparenza Amministrativa
Trasparenza Amministrativa

La trasparenza non può avere limiti

Caro Sindaco, ti scrivo per riconoscere pubblicamente che, secondo me, potrai risultare, al termine del tuo mandato, se ci arriverai, come sinceramente ci auguriamo, il miglior Sindaco del dopoguerra. Hai mostrato impegno ed operosità notevoli e da talune tue iniziative, è vero, giungeranno, a breve, frutti concreti.

Certo, rispetto a tanti altri, che ti hanno preceduto e taluni pur di alto spessore, dovrai convenire che sei stato, nella tua attività, agevolato dalla legge elettorale che ha trasformato la figura di Sindaco in una specie di Podestà. La carica è notevolmente più stabile (eccetto il caso del povero Nino Laudicina), i “poteri” decisamente più forti, ed il Consiglio comunale, avendo oggi compiti residuali d’indirizzo e per unica “arma” la sfiducia (che rappresenta, contemporaneamente, la firma della propria lettera di dimissioni), poco può fare per ostacolarti.

Tuttavia consentimi un appunto al tuo operato. Consentimi di farti rilevare quello che, per me, rappresenta un grosso neo sul tuo modo di amministrare: pecchi un po in trasparenza e democrazia, mi sembri un po “malato” di berlusconismo.

Se, come siamo certi, non hai alcun atto illegittimo da rimproverarti, non giungiamo a comprendere il perché del tuo essere restio a divulgare, in maniera piena, l’attività tua, della tua Giunta, dei tuoi Dirigenti e del Consiglio, dove tu hai pure una maggioranza di ferro (22 consiglieri su 30!).

Se tu mi rispondessi che per la “pubblicità” esiste l’Albo Pretorio, nonché i tuoi continui comunicati stampa ed i tuoi comizi in TV, mi troveresti costretto a risponderti che l’Albo Pretorio tradizionale è scomodo e, purtroppo, visitato con regolarità solo da quattro gatti: un paio di giornalisti (Manca e Donato), un consigliere comunale stacanovista (il diessino Daidone) ed il sottoscritto. Mi troverai costretto a dirti che noi non abbiamo bisogno dei tuoi proclami di parte, ma desideriamo analizzare, in maniera scientifica e completa, tutti i documenti e gli atti prodotti. Penso che tu, insomma, dovresti considerare come una vittoria una sempre maggiore attiva partecipazione dei cittadini alla vita pubblica.

Se non si tratta di carenza di trasparenza, allora caro Sindaco, e se tu hai, come è vero, uno staff internet all’altezza, continuiamo a non comprendere perché non provvedi a far pubblicare sul sito del Comune, anziché il solo titolo dei provvedimenti (spesso sibillino e fuorviante), il testo integrale “scaricabile” degli stessi,come fanno già tutti i Comuni d’Italia più progrediti (Jesi e Torino solo per citarne due).

 

Già che ci sei, a far “manutenzione” al sito, rilevato che, dopo tutto, il sito non proprio tuo, ma del Comune, e che il Comune è rappresentato anche da un altro Organo, il Consiglio, perché – in un’esaltazione della democrazia – anziché pubblicare sul sito solo tutti i tuoi comunicati e le tue puntualizzazioni, non arrivare ad inserire, in un’apposita area, anche i comunicati dei consiglieri, di maggioranza e d’opposizione? Comunicati stampa degli “avversari” politici, interpellanze ed interrogazioni (con le tue risposte), non vivacizzerebbero ed arricchirebbero i contenuti del sito? Non lo trasformerebbero in una libera Agorà della Politica?

In attesa gradito riscontro, saluto cordialmente.

Natale Salvo

Dì la tua, inserisci un commento!

About Natale Salvo

Natale Salvo
Blogger. Nel lontano 2002 ha aperto il blog Altratrapani. Nel 2004 prova l'esperienza dell'editoria tradizionale, fondando il mensile "Domani Liberi" distribuito nelle edicole di Trapani ed Erice. Nel 2007 è candidato sindaco alle comunali, per Trapani, volendo proporre la concreta realizzazione delle proprie idee ai concittadini.

Check Also

editoriale

I Partiti si riordinano

Rinasce Forza Italia, è nato il Nuovo Centro Destra. La notizia sta nel fatto che …