Minacciata la Riserva WWF di Nubia

Una nuova bordata arriva dalla Provincia nei confronti dell’ambiente e del verde pubblico: il consigliere provinciale dell’Udc Matteo Ricciardi indica nell’esclusione dell’attuale ente gestore (il WWF) delle Saline di Trapani e Paceco, una delle soluzioni migliori per rilanciare l’assetto economico e sociale del territorio che insiste nell’area protetta.

Ricciardi considera possibile un accordo a tre, con la Provincia a fare da capofila in una nuova organizzazione della riserva. Assieme all’amministrazione Adamo dovrebbero esserci quelle di Trapani e di Paceco.

Bisogna rispettare – dice il consigliere Ricciard i- la volontà popolare ed è dunque necessario rispondere positivamente alle richieste che arrivano dai cittadini di Nubia, che sono fortemente contrari alla gestione della riserva da parte del WWF“.

Ricciardi intende coinvolgere i consigli comunali del capoluogo e di Paceco che possono “approvare una delibera di presa d’atto di nuovo equilibrio gestionale dell’area protetta“. Il consigliere dell’Udc continua affermando che “finora è stata costantemente penalizzata una parte del territorio trapanese che porta con sé storia e tradizione e grandi capacità imprenditoriali, legate alla produzione del sale e di tutte le attività che si possono svolgere in un’area così importante e soprattutto esclusiva dal punto di vista paesaggistico“.

Una soluzione di questo genere potrebbe però portare il rischio che si verifichino episodi come quelli già avvenuti e da noi riportati nell’articolo “ABUSIVI ALLA RISERVA SALINE DI TRAPANI”.

Vogliamo davvero che il cemento arrivi fin li?