Chi crede all’America’s Cup a Trapani?

All’ordine del giorno della prossima sessione (17 – 21 – 23 – 28 – 31 Luglio 2003) di Consiglio comunale, al punto 43, leggo: “Organizzazione a Trapani della prossima edizione della 154 Coppa America”.

Occorre informare il Consiglio che il team svizzero “Alinghi”, detentore della Coppa, ha, già da mesi, respinto la candidatura di Trapani all’organizzazione della manifestazione.

L’ultimo annuncio dei responsabili (vedi sito Alinghi ), ha ridotto a cinque il numero delle citta’cui potenzialmente affidare l’organizzazione della America’s Cup e precisamente a Lisbona (POR), Marsiglia (FRA), Napoli (ITA), Palma di Maiorca (ESP) e Valencia (ESP).

Il Consigliere Giuseppe Pellegrino che ha proposto, il 17 marzo, l’inserimento del dibattito sull’argomento, potrebbe anche ritirarlo.

La vicenda del possibile coinvolgimento di Trapani nella manifestazione era stata aperta da una avventata dichiarazione, del 17 febbraio, del senatore di Forza Italia, Tonino D’Alì, come si può leggere cliccando qui .

Il 15 aprile, tuttavia, ogni “speranza” era stata spenta dalle decisioni del Team di Alinghi: riportate qui .

In effetti l’Italia era ben coperta dagli “sponsor” politici, come aveva previsto il senatore D’Alì, ma tali “sponsor” (il presidente Ciampi, addirittura) avevano preferito Napoli a Trapani vedasi qui e e qui .