Denise che fine ha fatto?

Quest’anno , il 1° settembre a Mazara del Vallo venne rapita la piccola Denise di soli 4 anni: Non è la prima volta che viene rapita una bambina/o in Italia, ma cerchiamo di far luce sull’accaduto.

Quella giornata, in mattinata Denise stava giocando davanti la porta di casa sua ed è stata adescata e molto probabilmente condotta in un veicolo chissà per dove.

L’inchiesta partita dalla procura di Marsala ha adottato riserbo e ha centralizzato la situazione criminosa nel luogo, mentre si sono fatte altre ipotesi all’inizio frutto d’induzioni deduttive non riscontrate, fra le quali, traffico dedito a prostituzione di bambini e/o scambio di organi, pedofilia, problemi forse che la famiglia aveva con conoscenti esterni che nutrono rancore per loro.

Dopo gli interrogatori e le testimonianze acquisite la cerchia investigativa si stringe attorno i conoscenti della fam. Pipitone-Maggio, ma non è stata ancora individuata la mente ordinatrice e fautrice della vicenda criminosa.

Per il silenzio e il vuoto cognitivo dopo la scomparsa della bambina è possibile almeno in parte comprendere che la bimba è viva e sta venendo utilizzata per vari scopi ovviamente di sfruttamento non di crescita fisica e morale.

Per me, se non ci sono strumentalizzazioni esterne che colpiscono l’inchiesta ivi avviata, la bambina per la sua dote naturale potrebbe essere finita in un giro internazionale di tratta umana illecita oppure che sia un oggetto d’estorsione ai danni della famiglia, senza richiesta di riscatto pecuniario che potrebbe allertare troppo le forze dell’ordine.

Antonino Miceli